• ilariaianni1986

Itinerari a L'Aquila in bici da strada: Capestrano, Calascio, Santo Stefano di Sessanio

Aggiornamento: 14 mag 2021

Passione Bicicletta: Cerchi un itinerario tra paesaggi mozzafiato e borghi ricchi di storia?


Quello di cui ti parlo in questo articolo è l'itinerario giusto!


Descrizione

L'itinerario parte da L'aquila, ha una lunghezza di circa 100 km con un dislivello che supera di poco i 1500 metri e si svolge per il 100% su strade asfaltate.



Partenza:

Il tour che propongo parte dalla Basilica di Collemaggio a L'Aquila, che dispone nelle immediate vicinanze di un comodo parcheggio coperto, in cui poter lasciare l'auto.




Da qui lasciamo la città attraversando Porta Napoli, una delle porte che permettono l'ingresso all'interno delle antiche cinta murarie della città e che rappresentano i confini del suo centro storico.

Pedaliamo in direzione est, percorrendo la SP36a in direzione San Demetrio ne Vestini.

Il paesaggio di questi primi km è pianeggiante.

Intorno possiamo ammirare il Gran Sasso ed una parte della catena del Sirente Velino dove si trova la località sciistica di Campo Felice.

Punti di interesse in questo primo tratto di strada sono sicuramente il Convento francescano di Sant'angelo d'Ocre del 1409, costruito uno sperone di roccia del monte circolo, il Monastero di Santo Spirito, primo insediamento cistercense nella vallata aquilana fondato nel 1222 ed il borgo di Fossa, borgo di straordinaria bellezza ma che ha subito molti danni a causa del terremoto del 2009.


Dopo aver superato il Paese di San Demetrio ne Vestini svoltiamo a sinistra in direzione San Nicandro.


Prima salita

Qui inizia la prima salita, quella chiamata appunto, Salita di San Nicandro con una lunghezza di 4 km ed una pendenza media del 5,1%.

La strada è davvero poco trafficata come la maggior parte di quelle che attraverseremo per completare il giro.


Superato il paese San Nicandro e dopo aver attraversato Prata d'Ansidonia andremo in direzione Navelli.

Questo è il primo dei due tratti di strada più trafficati dalle auto, quindi è bene prestare attenzione e pedalare in fila indiana! E' un tratto breve che si conclude con l'ingresso nel Comune di Capestrano situato su un colle che domina la valle del fiume Tirino, e conosciuto come la patria del guerriero simbolo d'Abruzzo, il Guerriero di Capestrano.


Nella soleggiata piazza del comune, siamo soliti fermarci per la nostra prima sosta e bere un caffè prima di iniziare la seconda salita.



Seconda salita

La salita che ci aspetta è quella che chiamiamo "La colonia Frasca" e che ci condurrà verso il borgo di Calascio.


La particolarità di questa zona sono le temperature, sempre molto più miti e calde di quelle che troverete nelle altre zone dell'Aquila.

Per questo consiglio di percorrerla in primavera e nelle prime ore del mattino mentre sconsiglio di farlo nelle giornate estive e nelle ore più calde.



Gia prima di arrivare a Capestrano potrete vedere in lontananza la strada che con una serie di tornanti vi condurrà a Calascio.

Questa parte del percorso è davvero molto panoramica e in alcuni giorni dell'anno vi capiterà di non incontrare neanche un'automobile. Questo vi permetterà di immergervi nel paesaggio circostante e di pedalare con tranquillità!


La salita ha una lunghezza di 10,27 km con una pendenza media del 5,9% ed un dislivello di 611 metri.


Durante la vostra scalata avvertirete spesso la necessità di fermarvi per ammirare il paesaggio intorno a voi, l'emozione è garantita.


Arrivo a Calascio

Arrivati in cima, la salita prosegue per poco più di 3 km verso Calascio con una pendenza media del 6%.



Nonostante la strada continui a salire, cercate di guardare in alto da vanti a voi, potrete scorgere Rocca Calascio e la sua Rocca, il Castello più alto degli Appennini. (1502 m.s.l.d.m.)


La Rocca che si erge ad un'altezza di 1520 metri ai confini di Campo Imperatore e domina il versante sud del Gran Sasso d'Italia, è conosciuta per essere stata di frequente ambientazione di set cinematografici, tra cui "Lady Hawke".



Santo Stefano di Sessanio

Superata Calascio sarà la volta di Santo Stefano di Sessanio, che fa parte del Club dei Borghi più belli d'Italia.


Borgo medioevale fortificato edificato tra le montagne dell'Abruzzo ad oltre 1250 metri di altitudine, all'interno del Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga, il paese venne eretto tra l'XI e XII sec sui ruderi di un pago chiamato Sexantio.



Qui potrete fermarvi per la seconda sosta ed approfittarne per dare un'occhiata alle vie del paese.

Qualora desideriate trascorrere qualche giorno di relax nel paese vi consiglio di rivolgervi alle strutture ricettive organizzate nella forma dell'albergo diffuso.



Da qui si risale per un 1,5 km prima di iniziare la discesa verso Barisciano e godere della splendida vista che si ha della strada percorsa e dei borghi attraversati!


Raggiunta Barisciano, si pedala in direzione l'Aquila attraverso il secondo tratto di strada più trafficato, la SS 17 dell'Appennino Abruzzese ed Appulo Sannitico.


Nel percorso che vi propongo in direzione L'Aquila, ho inserito un''ultima breve salita, che inizia dopo aver attraversato Paganica, una piccola frazione del comune dell'Aquila.

La salita non impegnativa, ha una lunghezza Didi 4 km ed una pendenza media del 4,2%.

Chi ha ancora energia può divertirsi a percorrerla in allegria e testare la propria forma fisica prima di rientrare a L'Aquila.


Arrivo a L'Aquila

Suggerisco prima di rientrare a L'Aquila di attraversare il centro storico, dalla Fontana Luminosa, percorrendo corso Vittorio Emanuele e corso Federico II prima di giungere al punto di partenza.







PERCORSO: Asfalto

LUNGHEZZA 100 km

DISLIVELLO COMPLESSIVO 1550

LIVELLO: Difficoltà media; è richiesto un buon allenamento






















161 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti